Via Paolo Sarpi, 7 - 33100 Udine (UD)

via Torquato Tasso n. 21 - Mestre (VE)

TEL: (0432) 26015 - (041) 8622322

Cassazione: l'investigatore privato per la verifica del lavoratore in malattia

Per la Cassazione è legittimo il licenziamento di un dipendente che, a seguito di una indagine, venga trovato a svolgere lavori pesanti o ritenuti incompatibili con la patologia per la quale non si è recato al lavoro.

La Cassazione infatti, con sentenza n. 18507 del 21.09.2016, ritiene assolutamente legittimo l’operato dell’investigatore privato che, incaricato dal datore di lavoro per verificare l’attendibilità del certificato di malattia del dipendente, con foto e filmati, lo aveva sorpreso mentre effettuava lavori sul tetto e nella corte della propria abitazione.

Legittimo, quindi, il ricorso da parte del datore di lavoro a un’agenzia investigativa per verificare l’attendibilità della certificazione medica, mentre non sussiste alcuna lesione del diritto alla riservatezza e alla privacy, come sostenuto invece dal lavoratore.

Cassazione civile sez. lav., 21/09/2016, n.18507

Contattaci